ARMORIALE DEI GRAN MAESTRI E DEGLI ABATI DI SAINT-ANTOINE DE VIENNOIS. Belle Arti di Marsiglia.

Posted on

ARMORIALE DEI GRAN MAESTRI E DEGLI ABATI DI SAINT-ANTOINE DE VIENNOIS

Di G. VALLIER

Memorie dell’Accademia delle Scienze, Belle Lettere e Arti di Marsiglia

Editore : (Marsiglia)

Data di pubblicazione : 1881

Traduzione di Philippe SAINT-ANTOINE con il sito

https://www.deepl.com/fr/translator#en/fr/I

%20forgot%20my%20password

octobre 2022

-pagina 3-

Al signor ABBE DASSY,

SEGRETARIO PERMANENTE DELL’ACCADEMIA DI MARSIGLIA

MR. ABBOT

Si tratta dell’Abbazia di Saint-Antoine in Delfinato, è il libro di cui lei è autore che mi è servito da

guida nella realizzazione dell’importante scoperta che ho fatto dell’armoriale dei Gran Maestri e degli

Abati di Saint-Antoine de Viennois. Se mi sono preso la libertà di segnalare alcune rare imprecisioni

nel suo interessantissimo lavoro, è perché la conosco troppo amico della verità per non assicurarmi

in anticipo la sua piena indulgenza.

Oggi mi permetto di dedicarvi un’opera che mi avete aiutato a completare. Inoltre, sono stato molto

aiutato in questo lavoro dal mio amico, il signor Laugier, il cortese curatore del Medaglione della città

di Marsiglia, che è stato disposto a dedicare lunghe ore per fissare i miei disegni su legno e dare loro

una dimensione commisurata alla pubblicazione. Vorrei esprimergli i miei ringraziamenti.

Quanto a Lei, Signore, La prego di accettare l’omaggio di questo scritto, che Le appartiene di diritto

per il complemento che apporta al Suo libro e come testimonianza di stima e gratitudine da parte

mia.

G. VALLIER

– pagina 5 –

Vale la pena di raccontare come ho scoperto questo Armoriale dei Gran Maestri e degli Abati di

Saint-Antoine.

Era il 1872. Stavo terminando un viaggio in Italia. Avevo portato con me alcuni disegni che diversi

anni prima avevo realizzato e illuminato da alcune pitture murali molto curiose, ancora esistenti nella

vecchia casa fortificata di Loives, un’antica dipendenza dell’abbazia di Saint-Antoine de Viennois,

situata nella valle della Galaure, quattro chilometri sotto Roybon (Isère). Questi disegni offrivano la

rappresentazione di scene che ero convinto fossero storiche e dei numerosi stemmi che le

accompagnavano. Fino ad allora, avevo cercato invano una spiegazione ragionevole per questa

complessa e armoniosa decorazione : à parte alcuni stemmi dauphini facilmente riconoscibili, non

ero riuscito a sollevare nemmeno un piccolo angolo del velo che nascondeva il segreto di questi

geroglifici araldici, né à risolvere il problema storico sollevato da questi dipinti.