Aldo Andreis Custode Abbazia di S. Antonio di Ranverso”  proteggendola per tanti anni da vandali e infedeli. 

 

Aldo con Italo     

Aldo Andreis ci lasciò a 59 anni, era  un’amico per tutti i frequentatori, ricercatori  e visitatori del borgo speciale di Sant’Antonio di Ranverso non consentiva di fotografare all’interno della Chiesa, era uomo rigido ma buono e semplice, gli faceva piacere apprendere da noi e dal Mons. Italo Ruffino l’origine del nucleo centrale della primitiva chiesa e la storia di Ranverso per lui i racconti di Italo erano certezze che difendeva assiduamente, una testimonianza   fu rilasciata da Aldo ai suoi parenti prima della sua morte: indicando di scrivere la sua volontà e ricordare in vita la sua importante missione di “Custode Abbazia di S. Antonio di Ranverso”  proteggendola per tanti anni da vandali e infedeli.