Jean de Montchenù / o Giovanni de Montchenu,stemma in stucco con aquila e corona sulla facciata di Sant’Antonio di Ranverso.

Sant’Antonio di Ranverso Jean de Montchenu/ o Giovanni de Montchenu. Dall’esame degli elementi costruttivi e decorativi rimessi in luce durante questo ristauro fu possibile riconoscere le vicende della chiesa. Nel secolo XIII, demolita l’abside, si aggiunse un presbiterio a pianta quadrata; nel secolo XIV si … Leggi tuttoJean de Montchenù / o Giovanni de Montchenu,stemma in stucco con aquila e corona sulla facciata di Sant’Antonio di Ranverso.

Posted on

Santi e “attributi iconografici“, cioè gli elementi identificativi delle varie figure sacre (abbigliamento, fattezze del volto, oggetti tenuti in mano, animali che li accompagnano etc…) allora diventa tutto più semplice. Vediamo quelli più frequenti.

E tuttavia, se si conoscono i cosiddetti “attributi iconografici“, cioè gli elementi identificativi delle varie figure sacre (abbigliamento, fattezze del volto, oggetti tenuti in mano, animali che li accompagnano etc…) allora diventa tutto più semplice. Vediamo quelli più frequenti. San Giovanni Battista è uno dei più … Leggi tuttoSanti e “attributi iconografici“, cioè gli elementi identificativi delle varie figure sacre (abbigliamento, fattezze del volto, oggetti tenuti in mano, animali che li accompagnano etc…) allora diventa tutto più semplice. Vediamo quelli più frequenti.

Posted on

Precettore

La struttura base dell’organizzazione templare era chiamata “domus”, “magione” o “precettoria”. Il Templare responsabile della conduzione e di quanti dimorano nella casa era il “precettore”. Vi erano precettorie maggiori e minori: quelle minori erano in genere, situate in zone rurali e avevano alle loro dipendenze … Leggi tuttoPrecettore

Posted on

Il Gruppo devoti volontari “Amici di Sant’Antonio Abate di Ranverso” donano alla Fondazione Ordine Mauriziano una croce in legno di mogano intagliata con numero limitato rappresentante la TAU il simbolo degli Ospedalieri Antoniani visibile a prima vista continuamente nel Concentrico della Precettoria di Ranverso.

Il Gruppo devoti volontari “Amici di Sant’Antonio Abate di Ranverso” donano alla Fondazione Ordine Mauriziano una croce in legno di mogano intagliata con numero limitato rappresentante la TAU il simbolo degli Ospedalieri Antoniani visibile a prima vista continuamente nel Concentrico della Precettoria di Ranverso.Inoltre ai … Leggi tuttoIl Gruppo devoti volontari “Amici di Sant’Antonio Abate di Ranverso” donano alla Fondazione Ordine Mauriziano una croce in legno di mogano intagliata con numero limitato rappresentante la TAU il simbolo degli Ospedalieri Antoniani visibile a prima vista continuamente nel Concentrico della Precettoria di Ranverso.

Posted on

Saint-Antoine e menzionata nella riforma erano in tutto sei: il Grande ospedale, il Nuovo ospedale, il Frecherius, l’ospedale delle donne517, il ricovero dei lebbrosi e quello dei pellegrini poveri (l’ospedale detto ‘di Béziers’). La gestione di queste strutture era in mano ai canonici: il cellerario dell’abbazia, che era anche precettore di Ranverso, doveva occuparsi dei malati.

Adalbert Mischlewski, per molti anni, lavorò in assiduo contatto con il decano degli studiosi antoniani in Italia, Italo Ruffino154. Le ricerche del Ruffino, pubblicate nel corso degli anni, sono state raccolte in un unico volume nel 2006155. Per quanto concerne la presenza antoniana in Sardegna, … Leggi tuttoSaint-Antoine e menzionata nella riforma erano in tutto sei: il Grande ospedale, il Nuovo ospedale, il Frecherius, l’ospedale delle donne517, il ricovero dei lebbrosi e quello dei pellegrini poveri (l’ospedale detto ‘di Béziers’). La gestione di queste strutture era in mano ai canonici: il cellerario dell’abbazia, che era anche precettore di Ranverso, doveva occuparsi dei malati.

Posted on

Il libro della regola di Sant’Antonio Abate che indossa l’abito dell’Ordine degli Antoniani.

Nella tradizione e nell’arte delle Tre Pievi – Sant’Antonio abate http://www.santantonioabate.afom.it › uploads › S…PDF nella chiesa di S. Maria delle Gra- … e il culto della tomba del Santo abate. Dipinti nella predella sotto- … no, il libro della regola, la fiamma. 9 pagine Nel presbiterio è collocata una statua di S. Antonio, in legno dipinto di … Leggi tuttoIl libro della regola di Sant’Antonio Abate che indossa l’abito dell’Ordine degli Antoniani.

Posted on

Un modello virtuale rilevato da Ersilio Teifreto , consente di immaginare le dimensioni del Chiostro di Ranverso prima delle modifiche.

Un modello virtuale rilevato da Ersilio Teifreto , consente di immaginare le dimensioni del Chiostro di Ranverso nel XV secolo, prima che intervenissero le modifiche in seguito alle quali ha assunto l’aspetto attuale, si trova nel cortile interno del monastero, compreso tra la chiesa e i … Leggi tuttoUn modello virtuale rilevato da Ersilio Teifreto , consente di immaginare le dimensioni del Chiostro di Ranverso prima delle modifiche.

Posted on