I racconti  di Ersilio Teifreto

Posted on

 

                 

 

                    Ersilio Teifreto

I racconti  di Ersilio Teifreto

Seguono i ricordi e modi di pensare e non sono  ricollocabili a  storiche deduzioni  controllabili, per es… Ersilio afferma che la Fòcara in onore del Patrono di Novoli Sant’Antonio Abate del fuoco   unica nel suo genere è il falò più grande del mondo.

Il Culto in Occidente per il Santo Araconeta nasce a Novoli per la sua posizione  geografica e potrebbe  averlo già adottato sin dell’anno 1.440.

Dopo la mia divulgazione nel Nord Italia del grande successo dell’evento  Fòcara di Novoli anche nelle Impersonali  città di Torino e Milano nel giorno della ricorrenza della festa al Santo Eremita  sono stati ripristinati i falò accomunando il culto per il Santo del fuoco da  Nord  a Sud

Altre inedite informazioni:

La Precettoria che comprendeva  l’Ospedale, il Monastero la  Chiesa  di Sant’Antonio Abate di Ranverso sia stata la prima  costruita in Italia,  questa  notizia è custodita in archivio proveniente da una fonte attendibile quella  del Monsignore Italo Ruffino morto nel 2015 a 102 anni Maestro Spirituale di Ersilio  il borgo speciale di Ranverso è situato sulla via Francigena, nella Collina Morenica della Valle di Susa.

Nel 1914 durante un restauro nella Chiesa di Ranverso  fù ritrovata una targa di Giacomo Jaquerio un Pittore di Corte  Piemontese che lasciò la  scritta: (Questa Chiesa Abbaziale l’ho dipinta io).

La città di Moncalieri nel 1531 per una grazia ricevuta dal Santo del deserto durante la peste, fece la  donazione di  un Polittico costruito da Defendente Ferrrari artista Piemontese, i cittadini rimasti devoti  tutti gli anni a gennaio per la  festa si recavano in Processione per pregare Sant’Antonio Abate  nella Chiesa di  Ranverso.

Insieme ad altri fedeli  abbiamo organizzato a Ranverso un comitato festa durante la festa del 17 gennaio ormai da 10 anni è stata ripristinata la benedizione dei pani, degli animali e mezzi di lavoro contadino.

Il masso erratico posto all’ingresso della Chiesa di Sant’Antonio di Ranverso fu donato dalla città di Avigliana per un debito importante pendente verso la Casa di Ranverso.

La Statua di Sant’Antonio Abate ammirabile sull’altare maggior e tra il polittico e i profeti  fu costruita da un esperto maestro ebanista di origine Francese e risale all’anno 1.534, segnalo che ha urgentemente bisogno di un restauro accurato.

Queste affermazioni innegabilmente ,in nessun modo”

possono “impedire” al mio pensiero di cercatore di tracce, e paesologo  autodidatta di andare dove vuole, io  stesso  consapevolmente mi prefiggo un freno  all’immaginazione prima di esporre senza creare interferenze con i professionisti scrittori, poeti, studiosi di storia e arte Novolesi , Torinesi e Milanesi con la quale rimango a disposizione quando non vogliate condividere  pubblicamente riflessioni e commenti, e cancellare i contenuti che vi riguardano su Internet.

Ersilio classe 47 proveniente dalla sede di Novoli scuola  dove la mia università si fermò alla quinta elementare  il  mio Professore fu Gregorio Vetrugno , in quei tempi la mia  famiglia era  numerosa e servivano anche le nostre braccia.

In ogni modo al lettore di questo portale di cultura popolare  lascio il giudizio ,da parte mia  ogni ulteriore documento  posso condividerlo. Nel 2015  l’attuale situazione descritta corrisponde senza modifiche.

Ersilio Teifreto