La strettoia della paura si trova nei territori intorno a Sant’Antonio di Ranverso i cittadini chiedono di vietare il passaggio dei camion e pullman i Comuni di Rosta e Buttigliera Alta intervengano

Posted on

di ERSILIO TEIFRETO

Buongiorno Sig.Direttore,

sabato e successo  un’incidente in via Sant’Antonio di Ranverso, nel territorio di Rosta. Le inviamo le immagini di qualche giorno fa proprio del luogo dove e successo il fatto: si vede l’erba alta  e strisce bianche coperte dall’erba alta, le persone praticamente sono obbligate a camminare in mezzo alla strada, già stretta, incrociando tir, auto e  pullman  nei due sensi di marcia traffico intenso tutto il giorno.

Nel pomeriggio di sabato, intorno alle ore 16,00 una giovane donna è stata urtata da un’automobile mentre stava camminando sulla strada: è stata colpita da un furgoncino  trovandosi intrappolata tra il muretto dell’Abbazia e la strada strettoia pericolosa, è caduta per terra e sanguinava. Abbiamo chiamato un’ambulanza attrezzata aspettavamo che arrivasse la croce verde di Rosta : invece e arrivata la croce rossa  di Villardora, sul posto sono arrivati i famigliari della donna.

In quella via mancano segnali per limitare la velocità, per dare la precedenza ecc. Per esempio su via Sant’Antonio, prima di arrivare in Strada della Peschiera, non esiste un segnale, che girando a destra, si procede in senso unico. Manca un cartello visibile che vieta l’accesso ai camion.

Nel viale di Sant’Antonio di Ranverso non esiste la  segnaletica che indica lo stop e l’approssimarsi della rotatoria di corso Moncenisio, così come non abbiamo vediamo cartelli con i  limiti di velocità. Le amministrazioni di Rosta, Buttigliera Alta e  polizia municipale sbagliano a ignorare le segnalazioni  fatte da noi cittadini.