Max Camerette l’azienda che negli anni 70 inventò la prima cameretta componibile

Posted on

 

Max Camerette: 39 anni di camerette.

Dalla prima scrivania all’invenzione della cameretta componibile, fino alla collaborazione con importanti professionisti.

Ripercorriamo , in occasione dell’anniversario, la storia di un’azienda icona del Made in Italy attraverso la voce dell’amministratore Massimiliano Teifreto. Le prime camerette componibili nascono negli anni 70 firmate Max Camerette. Un nome che ben presto, entra negli spazi vissuti dai bambini e ragazzi, oggi l’azienda leader nel settore dell’arredamento dedicato ai giovani compie ben 39 anni. Intervistiamo Max al timone dell’azienda “Il centro Italiano per la cameretta fin dagli anni 70 è identificato con la cameretta per Antonomasia. “Afferma Max  l’azienda fu  fondata nel 1978  da Ersilio Teifreto e consorte Pina Sorrenti” nasce nel territorio di Torino è  legata ai cambiamenti della città,. Dopo gli anni 60 fu la prima azienda bottega che intraprese la strada della specializzazione  e tradurla in (Cameretta per bambini e ragazzi).I primi modelli erano composti  da 1 armadio 2 ante alto mt. 1,60, il comodino, la scrivania , un lettino, iniziarono con la vendita nel quartiere popolare di Porta Palazzo (TO), fù  così che Max Camerette fondò le basi per diventare l’unica  Azienda Europea di riferimento nel settore, ed è proprio negli anni 70 che l’azienda inventò la prima (cameretta componibile) con l’avvento del truciolato rivestito in laminato iniziò la progettualità rivoluzionando così il modo di vivere lo spazio abitato dai ragazzi. Un nome vincente, legato ai successi ottenuti. La crescente attenzione avvenne negli anni 80 con l’esposizione a “Torino  esposizione fiera dei mobili” furono i primi a esporre nel salone una serie di camerette componibili della storica ditta Battistella, Colombini ecc….mettendo a disposizione materiali ecologici e ignifughi da fare produrre in esclusiva. La collaborazione con le aziende produttrici ci ha visti protagonisti in vari modelli di prototipazione di camerette prima di essere costruite e vendute al pubblico. Nell’anno 2015 ottiene   un ulteriore successo, Max Camerette con Massimiliano entra nella Comunicazione aziendale, e si affida  al Professore Mauro Pecchenino Docente di comunicazione d’Impresa integrata, e Consulente Marketing decretando il successo di Max Camerette e per le sue potenzialità conducendola ai massimi livelli. La prima azienda Europea che presenta nella sua grande mostra di circa 900 mq. Una serie di eventi a scopo di Adozione Culturale organizzati dal Prof. La camera di Van Gogh, Web Watch, La schiena va a scuola, il Baby Pit Stop Torino, Il campione di Muay Tay, nel 2017 la Ginnastica Zuu ospiti i ragazzi del Liceo sportivo Primo Levi di Torino nel progetto Alternanza scuola e lavoro, Lo spazio Tadini a Milano nel fuori salone del mobile 2017, ecc…..

Max Camerette nel suo Format integra la tecnologia brevettata dell’arredamento trasformabile del terzo Millennio, con la lavorazione del vero legno. Tra gli ultimi traguardi  abbiamo creato una squadra di tecnici per avviare l’e-commerce,  filmati You Tube, Video Istituzionali, la nostra Mascotte l’Orso ecc.., seguita dal Prof. Pecchenino  la fa diventare subito un Best Seller.

Max Camerette risulta essere:(Il centro Italiano per la cameretta)I primi nella commercializzazione di arredamenti per ragazzi progettati e organizzati. Le aziende produttrici come: Moretti Company, Zalf, Tumidei, Doimo City Line, Clei il fascino dell’ingegno per la “Casa Trasformabile del terzo millennio,” ecc…. la  corteggiano per presentare nella mostra di Torino  i loro prodotti. Secondo una ricerca di CSIL agenzia di statistiche, Max Camerette- e dunque punto di riferimento per gli specialisti del settore, e continua a godere di un ricordo spontaneo elevato nella mente dei genitori e figli, riconoscendo che negli ultimi tempi la strategia di Comunicazione è stata affidata ad un Professionista che ha ottenuto il premio  Europeo, evitando TV, Radio ecc….Oggi Max Camerette chi è? e come supera i momento di crisi economico?“Max Camerette si presenta sul mercato con la forza del marchio che conserva notorietà, in mostra si  possono trovare le prima novità, e offre la più vasta scelta di prodotti del settore adatto per tutte le tasche

Interpretando le più moderne esigenze di spazio delle nuove generazioni, organizza l’ambiente camerette in maniera ergonomica e multifunzionale, rendendo lo spazio ricco di motivi di interessi. Il prossimo obbiettivo di Max Camerette sarà  la “Casa Trasformabile Open Space:  un’offerta completa di arredamenti integrati per la Zona Giorno che di Notte si trasformano per diventare  camera da letto, verranno costruiti ambienti di diverse metrature  arredati con i Sistemi dì arredo flessibili e trasformabili  capaci di raddoppiare lo spazio abitativo ridotto, es… un ambiente di mq.52 se arredato in maniera diversa potrà avere le stesse funzionalità di un appartamento di mq. 104. La caratteristica di Max Camerette è oggi la vocazione ad essere un’azienda prevalentemente (Tailor Made) e sfrutta la tradizione ebanista artigianale del DNA del fondatore, per offrire camerette sempre più sicure , e spaziose, rispondendo alle esigenze di convivialità tra fratello e sorella separando la camera dove ognuno mantiene in piena autonomia il suo spazio pieno di funzionalità e qualità.

Nella foto in alto all’articolo Caparezza nel quadro di Van Gogh,

Max Camerette nella mostra di Torino esposizioni, una cameretta degli anni 80.

autore Ersilio Teifreto del Blog  ToriNovoli