Intervista a Pier Luigi Colombo collabora con Clei il fascino dellingegno al 1994 fonte Centro Italiano per la Cameretta-presso Max Camerette di Torino zona Stadium Juventus

 

 

Q & A CON L'ITALIANO ARCHITETTO INTERIOR PIERLUIGI COLOMBO

11 gennaio 2013

Nota: Questa intervista è originariamente apparsa 8 gennaio 2013 nel blog del centro Italiano Max Camerette di Torino Max  Post.

Huffington Post: si indossa un sacco di creativo cappelli-architetto, designer e art director. Quali sono secondo lei la chiave per avere successo in ognuno di questi ruoli?

Pierluigi Colombo: tutti gli architetti, designer e artisti creano con un'idea e con un'anima; un processo globale ottenuto con un linguaggio chiaro. E non importa quale linguaggio che è.

HuffPost: Come definirebbe il vostro design estetico?

PC: Se dovessi definire in una frase, direi che è stata una risorsa di proporzioni; in forme pure con un forte uso del colore e la consistenza.

HuffPost: Qual è la lezione più preziosa che hai imparato nella tua esperienza come designer?

PC: Per riprodurre in modo creativo entro i limiti dei materiali e tecnologie disponibili.

HuffPost: Parliamo del tuo spazio di vita personale un po '. Che cosa, se non altro, lo rende unico?

PC: Mi considero molto fortunato a vivere in un appartamento a 1930 Milano, Italia, con alti soffitti e ampie finestre. Nel progettare il mio spazio, è stato stimolante per creare un dialogo con un linguaggio moderno, con la memoria della storia della struttura originale. Se dovessi scegliere lo spazio più unico che sarebbe stato il soggiorno, che dispone di una parete rotonda corrispondente splendidamente alla facciata giro dell'edificio deco.

HuffPost: Does ogni pezzo del vostro lavoro vantano la tua firma?

PC: Non credo così, no. Ogni disegno parla al proprio senso di stile. Il mio orientamento estetico va sempre di nuovo al mio uso di materiali e tecnologie.

HuffPost: I suoi progetti di mobili venire fuori come del tutto contemporaneo. In che modo questo stile affrontare i problemi di uno spazio più tradizionale?

PC: Quando si sta progettando all'interno architettura tradizionale più interiore e urbano, si può scegliere di replicare lo stile esistente, o scegliere di essere un po 'più coraggiosi con la creazione di uno spazio stimolante con un linguaggio contemporaneo. Credo che avendo la risorsa di un arsenale di stili può essere terribilmente prevedibile e noioso. Un oggetto con una propria identità, se è ben scelto, ha il potere di generare sorpresa e dare nuova energia allo spazio in cui è collocato.mobili Clei, grazie alle molteplici funzioni e design, ha un forte potenziale in questa direzione.

HuffPost: Considerando l'uso multiforme dei tuoi pezzi trasformabili, qual è il primo passo nel processo di progettazione per la creazione di questo tipo di mobili?

PC: In Clei, il nostro obiettivo è quello di migliorare spazio di vita per i proprietari e gli abitanti di appartamento. Per fare questo creiamo oggetti che consentono l'uso dello spazio casa in un modo più eccitante, oltre che funzionale. Il primo passo in questo processo è l'identificazione di un concetto, seguita dallo sviluppo estetica. La parte più difficile di questo processo è quello di definire l'oggetto in termini di funzionalità e di costo. Quello che segue è un lungo viaggio insieme ai nostri ingegneri meccanici durante ogni fase di sviluppo del prodotto.

HuffPost: design italiano può essere molto diversa. Diresti che le caratteristiche distinguibili dei vostri disegni sono tipici di, o esclusivo di questa estetica italiana?

PC: I miei disegni parlano un linguaggio più universale. Mentre possono iniziare con il mio prendere italiano sulle cose, sono veramente di più l'attenzione al dettaglio, la scelta dei materiali, l'integrazione e l'interazione con la tecnologia.

HuffPost: Da quanto tempo sei stato la progettazione di mobili e di come sono cambiate le cose?

PC: ho iniziato la mia collaborazione con Clei nel 1994, in modo da quasi due decenni. In tempi più recenti anni, sofisticazione della tecnologia mi ha permesso di ottenere una estetica più elevato nel mio lavoro.

Dopo aver collaborato con Pierluigi Colombo nel corso di molti anni, vi posso dire che le sue risposte sono chiaramente in linea con i suoi disegni – di ricambio e per il punto con grande funzione e significato.

 

← Museo della Città di New York fa spazio LAUNCHPAD Inhabitat NYC Caratteristiche Il nostro Bed Trasformare Cabrio parete con scrivania design →

Fonte centro Italiano Max Camerette Sede zona Stadium  JUVENTUS Torino